Cenni storici

La “Fondazione Malvina Menegaz per le Arti e le Culture” è stata istituita in Teramo il 12 dicembre 2008 dal sig. Osvaldo Menegaz che in tal modo ha voluto ricordare la memoria della madre Malvina e allo stesso tempo dare un segno del legame per Castelbasso, ereditato da lei. Un legame nato prima conoscendo il paese nei suoi racconti e più tardi scoprendolo personalmente, per innamorarsene.

A non molto tempo dalla sua istituzione, dunque, non è possibile tracciare una sia pur breve storia della Fondazione, mentre non è azzardato affermare che essa ha una “pre-storia”.

Che è, poi, la storia dell’Associazione Amici per Castelbasso di cui il sig. Osvaldo Menegaz è stato uno dei fondatori e, nella sua qualità di Presidente, colui che, aiutato da altri che ora gli sono vicini nella Fondazione, ha condotto la medesima Associazione a fare di Castelbasso un polo culturale.
È stata un’esperienza pluriennale iniziata come un’avventura nel 1996, poi proseguita nel 1998 con “Trasalimenti – Progetto per l’arte contemporanea” ma dal 2001 strutturata con “Castelbasso Progetto Cultura”. Un piano impegnativo le cui prime concretizzazioni hanno compreso mostre dedicate ad alcuni tra i più grandi Maestri dell’arte visiva contemporanea

(ad esempio, per citare gli ultimi, Fontana, poi Afro, Appel, Baj, Brüning, Capogrossi, Dubuffet, Hartung, Kline, Mathieu, Morlotti, Pollok, Scanavino, Tápies, Turcato, Twombly, Vedova, riuniti nella mostra dedicata alla “Pittura informale europea e americana”, quindi Schifano e de Chirico), ma anche mostre dedicate a giovani artisti in via di affermazione le cui opere sono state esposte nei fondachi o inserite negli spazi esterni del borgo castelbassese.

Altre iniziative comprese in Castelbasso Progetto Cultura sono stati gli spettacoli di musica e teatro che hanno portato sul palcoscenico di piazza Belvedere molte star internazionali; e poi reading di poesia e incontri letterari svoltisi in piazza Arlini, che ha ospitato anche serate di esigente gastronomia.

Altra raffinatezza del Progetto è stata resa possibile dall’organo settecentesco della chiesa parrocchiale, al quale si sono alternati organisti di fama internazionale accompagnati da solisti e da formazioni strumentali e corali. Nella primavera del 2008, da ultimo, ha preso l’avvio anche una iniziativa dedicata all’arte fotografica con una mostra che ha visto la presenza di opere Gianni Berengo Gardin, uno dei maestri del neo-realismo italiano.

Così fino al 2008 si è sviluppato “Castelbasso Progetto Cultura” e da esso riparte la Fondazione Malvina Menegaz che lo fa suo e lo incrementa, potendo contare sulle stesse persone che lo hanno ideato e portato avanti nell’ambito dell’Associazione Amici per Castelbasso, la quale, tuttavia, continuerà a vivere di vita propria.

La “Fondazione Malvina Menegaz per le Arti e le Culture” è stata iscritta in data 17 marzo 2009 al n. 10 del Registro delle Persone Giuridiche tenuto nell’Ufficio Terriroriale del Governo con sede a Teramo.