MARIO SIRONI E LE ARTI POVERE

Assenso e dissenso

A cura di Andrea Bruciati
23 luglio- 03 settembre
Veduta dell'allestimento della mostra
Veduta dell'allestimento della mostra
Veduta dell'allestimento della mostra
Veduta dell'allestimento della mostra
Veduta dell'allestimento della mostra
Veduta dell'allestimento della mostra
Veduta dell'allestimento della mostra
Veduta dell'allestimento della mostra
Veduta dell'allestimento della mostra
Veduta dell'allestimento della mostra
Veduta dell'allestimento della mostra

Con l’obiettivo di sperimentare strade alternative e ipotizzare connessioni inedite fra autori della contemporaneità, la mostra propone un confronto fra artisti appartenenti a diversi momenti storici, e tuttavia accomunati dal fatto di aver rivestito un ruolo centrale nell’elaborazione di un pensiero nei confronti dell’ideologia politica. Con Mario Sironi dialogano gli esponenti dell’Arte Povera: Giovanni Anselmo, Alighiero Boetti, Pier Paolo Calzolari, Mario Ceroli, Luciano Fabro, Jannis Kounellis, Paolo Icaro, Fabio Mauri, Mario Merz, Marisa Merz, Giulio Paolini, Pino Pascali, Gianni Piacentino, Michelangelo Pistoletto, Emilio Prini, Gian Emilio Sansonetti e Gilberto Zorio.