Mito-logica-Mente

Di Giovanni, Imada, Manfredini, Pinna, Sassolino

a cura di Silvia Pegoraro
12 luglio - 24 agosto 2003

La mostra, intitolata “Mito-Logica-Mente”, ha riunito Marco Di Giovanni, Junko Imada, Giovanni Manfredini, Alex Pinna e Arcangelo Sassolino; cinque giovani artisti che si stanno affermando nel panorama dell’arte contemporanea. Essi hanno risposto al quesito se sia ancora attuale per la loro generazione la ricerca sul mito, se l’arte è ancora mossa dal desiderio di dare persistenza all’effimero e di condensare dentro di sé una sorta di profondità del tempo. Le loro opere, ora lievi e librate negli spazi antichi ora densamente materiche, hanno dimostrato di affondare le radici in un substrato di linfe profonde capaci di dar vita a germogli i quali, seppure affacciati su panorami contemporanei, tradiscono ascendenze lontane.

Alle mostre del 2003 è stata accostata l’anteprima della mostra “Bestiario” che l’artista brasiliano José D’Apice avrebbe tenuto nel successivo mese di settembre presso la Galleria Fabbrica EOS di Milano. Sono state ammirate opere eseguite con disegno antico e tecnologie moderne, tutte evocatrici di un immaginario arcaico-tribale e surrealista rivisitato.

Tutte le opere degli artisti sono state ambientate nei fondaci di Castelbasso e spesso per essi hanno preso forma, così come le alte scarpate delle mura di cinta del borgo medioevale, i suoi merli, i suoi fornici, perfino le sue rovine, sono stati pretesto e ispirazione di creazioni che per 43 giorni sono state esaltate da una dimensione spazio-temporale che ha ammaliato critici e visitatori.
Catalogo edito da Publi-Paolini, Mantova.