TERESA CIABATTI

LA PIÙ AMATA

a cura di Renato Minore
04 agosto, ore 21.30
La più amata

L’incontro con Teresa Ciabiatti è stato annullato per motivi personali della scrittrice.

 


Lo rapiscono una mattina di sole sotto gli occhi della moglie e dei due figli. Lui il Professore, primario chirurgo, massone, carrierista, forse golpista, prepotente e dissipatore. La figlia prediletta, Teresa Ciabatti, è la voce narrante (“egoista, superficiale, asociale, qualcosa nella mia è andato storto, incapace di coltivare amore, di costruire rapporti di fiducia”) che racconta i fatti di famiglia e la non infanzia non proprio felice di principessina di un “inesistente principato della Maremma”. E racconta la Teresa bambina bella e coccolata che è diventata una ragazzina fiera e arrogante, indisponente e disarmante, come “una confessione recitata in falsetto, quasi regredita, e perciò paradossalmente autentica”. Una storia di famiglia, una famiglia assai particolare e insieme anche assai idealtipica; e si snoda quasi come un piccolo giallo che, con la sua scrittura nitida dalle accensioni anche liriche, costruisce lo sguardo di rabbia e di pietà che la attraversa, la illumina, e se ne distanzia dolorosamente. Dopo gli allori dello Strega, Teresa Ciabatti conversa con Renato Minore sul suo fortunato romanzo “La più amata” (Mondadori).