Le ragioni della pittura

esiti e prospettive di un medium


a cura di Laura Cherubini e Eugenio Viola


ArtistaSalvatore Arancio, Hernan Bas, Simone Berti, Michael Bevilacqua, Matthias Bitzer, Peter Linde Busk, Davide Cantoni, Carter, Matthew Chambers, Benny Chirco, Fabrizio Cotognini, Alberto Di Fabio, Patrizio Di Massimo, Giulio Frigo, Stefania Galegati Shines, Paolo Gonzato, Uwe Henneken, Haavard Homstvedt, Mariangela Levita, Birgit Megerle, Damir Očko, Donato Piccolo, Luigi Presicce, Tanja Roscic, Dan Shaw-Town, Rob Sherwood, Jamie Shovlin, Diego Singh, Ian TweedyAnno2013

29 giugno – 1 settembre 2013

La pittura, sicuramente la più antica e persistente tra le tecniche artistiche, costituisce una delle forme più significative di ogni cultura, poiché esprime un’obiettività concreta dell’attività dell’uomo, del suo immaginario, delle sue abilità e della sua creatività. Tuttavia, in un mondo, come quello contemporaneo, dove le immagini sono proliferanti e svincolate dall’appartenenza a un luogo e a un supporto e perciò creano una crescente confusione tra la realtà e la sua rappresentazione, del medium pittorico da molti era stato intonato il De profundis, ritenendolo non adatto a raccontare le lacerazioni e le inquietudini della nostra epoca. Ma con gli anni ’80 del secolo scorso la pittura è tornata al centro di un processo che ne rilegge la storia e ne scandaglia le possibilità future. Di questo processo sono un esempio le opere degli artisti presenti nella mostra castelbassese allestita a Palazzo De Sanctis, sia che essi utilizzino il mezzo pittorico in maniera privilegiata o meno. In tutti, comunque, si può notare l’elaborazione critica del rapporto con la tradizione e allo stesso tempo l’affinamento degli strumenti per ridefinire il presente di questo medium, aprendolo, con intento provocatorio proprio perché dato per estinto e comunque inadeguato, verso nuovi ambiti e territori.

Catalogo Maretti Editore

Scarica “Catalogo Latte” in PDF

Palazzo Clemente
Via XXIV Maggio, 28
Borgo Medievale di Castelbasso (TE)
Tel 0861.508000
e-mail info@fondazionemenegaz.it

orari:

tutti i giorni dalle 19.00 alle 24.00, escluso il lunedì

Ingresso intero: 8 €
Ingresso ridotto: 6 €
bambini 7-11 anni, gruppi di almeno 15 persone previa prenotazione

Biglietto valido per entrambe le mostre

Ingresso gratuito:
bambini fino a 6 anni
disabile (accompagnatore gratuito)
invalido (accompagnatore gratuito)
Un accompagnatore per gruppo

Visita e laboratorio per bambini:
Ingresso alla mostra e attività di laboratorio: 5 €
Durata: 1 ora e 30 min
Attività su prenotazione

Visite guidate
è possibile effettuare la visita guidata durante gli orari di apertura, gratuita con biglietto di ingresso.

Dove siamo
Palazzo Clemente
via XXIV Maggio, 28
Castelbasso (TE)

Palazzo De Sanctis
Piazzetta San Nicola
Castelbasso (TE)

Accessibilità
Il borgo medievale di Castelbasso è accessibile alle persone con ridotta capacità motoria o sensoriale da via XXIV Maggio.
Palazzo Clemente e Palazzo De Sanctis sono accessibili solo al piano terra.
Il personale di accoglienza è a disposizione per servizi di assistenza e accompagnamento.

Per informazioni tel. 0861.508000; info@fondazionemenegaz.it

Privacy Preference Center